“Messaggi io”: teoria e pratica

28 agosto 2006

Chi fa il genitore, sa quanto spesso si cade nella frustazione di ripetere le stesse cose ai propri figli: “Lavati i denti!”“Non toccare, che è sporco!”“Ricordati di metterti le ciabattine” “Rimetti a posto i libri”. Sembra che i nostri figli non ci ascoltino.

Solo dopo la “sgridata” o “arrabbiatura”, si riesce ad ottenere qualche risultato, ma è solo temporaneo.

Un trucco, letto da un libro, afferma che per risolvere questo problema è necessario l’uso dei “messaggi-io” al posto dei “messaggi-tu”.

“Penso che se non ti lavi i denti, rimarrano nella tua bocca degli animaletti piccolini-piccolini che ti faranno diventare i dentini neri-neri“.

“Non sono contento che ti sporchi le mani, potresti prendere qualche piccolo virus che ti farà venire male al pancino”

Nei “messaggi io”, la frase parte dal pronome io, invece che dal pronome tu ed hanno il vantaggio di partire dal proprio punto di vista comunicandolo con più chiarezza al bambino.

Nei “messaggi tu” invece, il genitore si limita a puntare il dito e a dare comandi.

Ho iniziato questo accorgimento da poco: il risultato è finora scadente. Forse perchè siamo ancora all’inizio.

Mi sento ridicolo e mi rendo conto anche di perdere la mia posizione autorevole di genitore.

Anche mia moglie non è tanto ottimista …

“Tentar, però, non nuoce”

Annunci

La copia di Ligabue

21 agosto 2006

Ho avuto l’occasione di assistere al concerto-tributo a Ligabue a Serina che si trova in provincia di Bergamo.

Il concerto della cover-band RadioFrecciaLive è stato favoloso, i musicisti bravissimi.

Le canzoni del Liga sono belle e famose, hanno bei testi e un rock trascinante; piacciono ad un pubblico che va dagli adolescenti ai quasi-quarantenni come me!

Ciò che mi ha stupito più di tutto è stato il cantante Fausto dei RadioFrecciaLive: aveva la stessa voce, la stessa mimica. Mi sembrava di avere Ligabue in persona alla Festa degli Alpini di Serina!

Il giorno dopo non ho potuto fare a meno di riascoltare gli mp3 di Ligabue, per constatare il suo stesso timbro, la stessa e identica intonazione di voce del giovane cantante-clone.

Ma una differenza l’ho trovata: la copia del Liga aveva un po’ di panza, un po’ come la mia!

Mentre, il vero Ligabue ha un aspetto molto più giovane della sua età anagrafica.

Vai Fausto, vai: “stai lì, lì nel mezzo!” 🙂


Stile di vita

11 agosto 2006

Oggi un amico mi racconta che ha comprato un bel tappetto. Uno di quei tappeti fatti con pelli di mucca, bianco e nero, morbidi al tatto che alla vista, dai contorni imperfetti.
Il tappeto l’ha posizionato sotto il tavolo della sala.

“Il tavolo della sala?!” – esclamo. Poi gli rispondo: – “Ma perchè l’hai messo lì?” – “Hai scelto il posto meno pratico che ci possa essere: quando mangi si sporca e lo devi pulire. Le sedie si incespicano, ogni volta che le muovi.”

Lui mi risponde: – “Si, lo so … ma, a me piace così! Sai queste cose fanno bene al tuo stile di vita e, il tuo stile di vita è importante … sai?”.

Rifletto perplesso …
Un po’ mi ha convinto: forse è vero che c’è una relazione fra il gusto estetico e lo stile di vita



Uno spazio democratico per apprendere

10 agosto 2006

Gli alunni di una scuola hanno commentato un libro, capitolo per capitolo, fornendo delle guide di lettura.

Dopodichè è stato richiesto all’autrice del libro di rilasciare dei commenti sui pensieri e i disegni fatti dai ragazzi.

Il tutto è stato fatto dentro lo spazio di un blog, dove chi legge e chi scrive può scambiare le proprie opinioni.

Fonte: blog ReadWriteWeb 2.0


Tornare indietro

8 agosto 2006

La BBC riporta questa news dove si dice che degli scienziati sono riusciti a far evolvere all’indietro, di circa 530 milioni di anni, i geni dei topolini .

Il fatto interessante è che l’esperimento ci aiuta a capire come agiscono i processi di evoluzione sugli essere viventi.

La notizia riapre discussioni in merito alle teorie creazionistiche che prevedono il disegno intelligente di Madre Natura, appoggiate anche da diversi teologici, tra cui anche l’attuale Papa Benedetto XVI.

Le teorie creazionistiche si oppongono alle teorie evoluzionistiche, perché non credono alla creazione del mondo fatta ad opera di un essere più intelligente.

Il fatto che l’uomo possa far ritornare indietro le specie viventi, crea un terreno comune alle due teorie.

Riusciremo a tornare indietro a com’eravamo 5000 anni fa?

E, dopo che saremo tornati così indietro, riusciremo ad evolverci in modo tale da avere una sola teoria sulle origini della nostra vita? 🙂


Milioni di decisioni

4 agosto 2006

“Per scrivere un romanzo di ottantamila parole bisogna prendere, cammin facendo, circa un quarto di milioni di decisioni: non solo sull’andamento dell’intreccio, su chi vivrà e chi morirà, chi amerà e chi tradirà e chi diventerà ricco o andrà in rovina e sui nomi dei personaggi e le loro facce e le loro abitudini e il loro mestiere, e su come suddividere in capitoli, e sul titolo del libro… e…”.

(tratto dal blog di Luisa)

Auguro, allora, a chi va in vacanza di leggere un buon romanzo, ricco di intrecci, di paesaggi, di scene colorate, di emozioni, di persone e di sentimenti!


Scrivere l’essenziale

1 agosto 2006

E’ difficile scrivere quando si ha davanti il foglio bianco.

E quando bisogna scrivere per competizione?

Beh, allora, il discorso cambia!

Scrivere l’essenziale lancia questa sfida ai solitari blogger di agosto.

Io ci provo … se vinco, pubblicherò il mio trofeo 🙂

UPDATE:

Ecco quello che ho prodotto:

http://scriverelessenziale.wordpress.com/2006/08/02/il-testo-di-gianluca-aiello/

Ho tratto ispirazione dalla bellissima canzone “One” degli U2, diventata tormentone di questa estate.