Breaking free

22 novembre 2007

We’re soarin’, flyin’
There’s not a star in heaven
That we can’t reach

If we’re trying
So we’re breaking free

You know the world can see us
In a way that’s different than who we are

Creating space between us
‘Til we’re separate hearts

But your faith it gives me strength
Strength to believe

We’re breakin’ free

Tratto da High School Musical

Un invito ad essere noi stessi e a liberarci degli schemi che incatenano la nostra libertà.


Il fenomeno dei blog

21 novembre 2007

Il mago delle “slide” condivide una presentazione sui blog.

Le frasi slogan che mi hanno colpito sono:

  • Il blog orienta le scelte delle persone.
  • Il blog rende la rete più intelligente.
  • Il blog è onesto.
  • Il blog è paritario.

Ecco altre mie considerazioni:

  • I blogger tutelano anche i tuoi interessi dai grandi poteri
  • I blogger hanno il punto di vista più simile a te: non ci sono filtri e interessi economici.
  • I blogger vogliono cambiare il mondo, come te!

Hey, come sono gasato! 🙂


Come sei diventato un blogger

20 novembre 2007

Sono stato invitato a partecipare a questo meme, da “Parlo Io”, che ringrazio dato che aspettavo un invito esplicito.

Cosa ti ha spinto a creare un blog?
Per caso mi son imbattuto nel blog dell’insegnante di danza di mia figlia e mi son detto: “Se fa lui il blog, perchè non lo posso fare anch’io?”.

Ecco che il blog è nato per caso e improvvisando, però la voglia di scrivere era latente.

Il tuo primo post?
Ci sono cascato!

E quello di cui ti vergogni di più?
“I miei peccati di blog“.

Quello di cui vai più fiero?

“Il vantaggio degli ideogrammi”

Ora invito:

Alex, Andrea, Angela, Beppone, Biagio, Cinzia, Clio, Daniela, Daniele, Demone, Desmond, Dona, Elrond, Emanuele, Enrico, Erika, Federico, Filippo, Gabriele, Gianluca, Gianni, Gianpaolo, Giulia, Joe, Laura (F), Laura (L), Legione Straniera, Lorenzo, Marco, Mastro, Mietta, Miki , Nuria, Oscar, Roselia, Sam, Serena, Silvia (E), Silvia (T), Simona, Stefania, Stefano


Il cielo sopra Milano

19 novembre 2007

Prendiamo il metrò e scendiamo alla fermata “Duomo”.

Le scale mobili ci fanno sbucare nella piazza. Saliamo i 150 scalini e raggiungiamo il tetto della cattedrale.

Guglie e gugliette, archi e archetti, gradini e gradoni, statue e statuette.

Ma soprattutto il cielo che sta sopra la nostra Milano: tetti senza tegole, gru, grattacieli, aerei in decollo; la torre Velasca e San Siro, il Castello e il Pirellone, circondato dai fratelli.

Poi, in alto, il silenzio, l’aria fredda.

In basso, i piccioni come formichine, il brulicare della gente, sempre numerosa nei domenicali pacifici pomeriggi.

Il Duomo tutto bianco-roseo, con le guglie che spiccano il volo: questo è il vero stile gotico!

Come hanno fatto a costruirlo?

Così alto, così possente, così leggero …

Adesso ho capito perchè la Veneranda Fabbrica del Duomo è durata 600 anni!


Pizzeria Spontini

18 novembre 2007

Ieri sera sono andato a Spontini, locale storico dove fanno la pizza al trancio più buona di Milano.

Dopo la fila necessaria perchè più si aspetta e più si ha fame, gentili camerieri ci hanno fatto accomodare e subito sono intervenuti con le ordinazioni: “4 pizze abbondanti per gli adulti e 4 pizze normali per i bambini”.

Abbiamo aspettato un po’ , ma quando sono arrivate le pizze le aspettative non son state tradite e abbiamo mangiato con grande soddisfazione.

Appena terminato, il saluto di rito del cameriere: “Spontini vi saluta e vi augura buona serata!” e senza aver il tempo di digerire, ci hanno liquidato.

Ma i clienti comprendono: è necessario liberare al più presto i posti, ci sono tante persone che aspettano fuori al freddo e vogliono mangiare anche loro la pizza di Spontini.

Ho notato la presenza di diversi turisti giapponesi: segno che è vero che la pizza di Spontini è proprio buona.

Buon spOntino di pizza a tutti!


Il paradosso della prigrizia

14 novembre 2007

Alberto ci fa conoscere il paradosso della pigrizia.

La storiella racconta di due sorelle: una più pigra dell’altra.

Il paradosso ci insegna che finchè si da la colpa a vicenda non si arriva alla soluzione.

Se riflettiamo, il paradosso lo vediamo in azione tutti i giorni:

  • quando facciamo un favore con gratuità, ma dopo lo facciamo pesare a caro prezzo
  • quando manchiamo di iniziativa: aspettiamo una soluzione comoda da parte del nostro prossimo
  • quando pesiamo sottili differenze che poi in realtà possono essere tralasciate

Concludo con questa celebre frase di Ralph Waldo Emerson :

“È pigro l’uomo che può far di meglio”.

E tu, ti senti pigro come un gatto?


Luogo comune

2 novembre 2007

“Il luogo comune e’ uno specchio che riflette la realta’ in modo esatto ma come fanno tutti gli specchi la rovescia. Quello che hanno di diabolico i luoghi comuni e’ che sono utili soltanto a coloro i quali li ribaltano, indicando la strada ai poverini che li seguono cosi’ come si presentano, portandoli lontani dal senso reale del vero”.

Frase scritta su un muro dell’Universita’ Statale di Milano e fa parte della Nuova Avanguardia che e’ una corrente moderna di pensiero. Uno dei massimi esponenti di questa corrente contemporanea e’ Renzo Piano.

Un altro esempio dell’interpretazione della nuova avanguardia: le finestre danno la forma alla struttura dell’edificio.