52 giorni al Blog Action Day

23 agosto 2007

Il Blog Action Day è il giorno 15 Ottobre 2007.

In quel giorno è stato richiesto a tutti i blogger del mondo di impegnarsi a scrivere un articolo sull’ambiente.

E’ richiesta un’impronta personale, per esempio: si possono dare suggerimenti, spunti di riflessione o ancor meglio testimonianze del proprio concreto impegno a favore dell’ambiente.

Fino ad ora, il sito ufficiale riporta 2500 blogger aderenti all’iniziativa e un’audience di circa 3 milioni di persone nel mondo.

Una questione. Un giorno. Migliaia di voci.

Annunci

Inizio e fine di un blog – il “flow”

23 agosto 2007

Elisabetta paragona i blog a delle fiction/romanzi a puntate.

Penso allora a “Dallas” (ve lo ricordate J. R. ?) e a molte altre serie televisive che tanto mi hanno appassionato.

Il lettore si aspetta una certa regolarità, ma è anche curioso di sapere se ci sono novità e come andrà a finire …

Purtroppo molti blog chiudono, tanto che Demone da questa lucida definizione : Un blog è un frammento di vita racchiusa tra due date. Quella del giorno in cui si è scritta la prima frase e quella del giorno in cui si scriverà la parola fine.

Chi scrive in un blog può sperimentare il flow: sparisce il tempo, spariscono i propri pensieri: rimane solo focalizzata l’attività che si sta facendo.

Recenti esperimenti di psicologia dicono che il flow possa portare un senso di felicità. Lo stesso che si ha quando si ha passione per un videogame.

Io, invece, per scrivere faccio una fatica bestia.

Allora vi avviso: prima o poi arriverà anche qua un caro saluto di “Arrivederci e grazie”.

PS: E’ ovvio. Sto scherzando. Non lascerò mai e poi mai questo blog per nessuna cosa al mondo. 🙂


Al parco giochi

20 agosto 2007

Una papà al suo bimbo appiccicato: – “Alex, devi iniziare a giocare con gli altri bimbi! Forza: ce ne sono tanti intorno a te!”. Il bimbo con coraggio si aggrega agli altri bimbi.

Una bimba ad una sua compagna di giochi: – “Tu prendi me e io scappo!”. La compagna entusiasta allora esclama: “Dai! Scappa!”. E la bimba scappa felice.

Una signora, al telefonino, rassicura una persona cara: – “Stai tranquillo, stiamo bene. Buona giornata anche a te!”. Chiude il cellulare, pensando di aver fatto buona cosa.

Certe volte è bello osservare come le persone si relazionano con le parole ed ottengono dei risultati.

A me è successo in una breve frazione di tempo in un parco giochi.


Concorso “Scrivere l’essenziale 2007”

10 agosto 2007

Anche quest’anno, partecipo al concorso “Scrivere l’essenziale 2007” con questa foto.

Si tratta di una semplice composizione che coglie le parti essenziali di una tartaruga.

L’autore non sono io, ma è mia figlia. La foto è stata scattata quando aveva 8 anni.

Lasciate un commento di lode e la Giuria di “Scrivere l’essenziale” sarà spinta ad assegnare il premio dei vincitori.

Prometto poi di passarlo al vero autore. 🙂


Il mio tour in Sicilia dalla A alla Z

8 agosto 2007

A rancini

Un tuffo nel passato: da piccolo non potevo perdere questa specialità sul traghetto che collega Reggio Calabria e Messina.

B riosche

Quelle della Sicilia sembrano dei panini dolci, le ho sempre mangiate insieme alla granita al limone. Buonissime!

C astagno

Non uno qualsiasi, ma il “Castagno dei 100 Cavalli”. Si trova ai piedi dell’Etna ed è forse il più grande al mondo. Come suggerito da Tasti ho scattato la foto di rito.

D alì

E’ un cognome siciliano che testimonia l’influenza saracena.

E tna

Ho visto l’Etna sia da Taormina e sia dal rifugio Citelli. Il vulcano è maestoso e sempre fumante. Ho visto paesaggi extra-terrestri: colline nere e alberi immersi nelle fiumane estese e terrificanti di lava nera.

F iamme

Alte e vicinissime, un grande spavento. L’intervento dei Vigili del Fuoco ha salvato il condominio a fianco al mio.

H otel

Un super hotel a 5 stelle è posto al centro di Taormina pieno di turisti provenienti da tutte le parti del mondo. Sarei stato curioso di visitarlo.

I ncendi

Tanti. In Sicilia e in tutto il Sud d’Italia. Terre bruciate, vegetazione secca. E poi anche uno vicinissimo (vedi F iamme)

L etojanni

Paese di mare, un tempo borgo di pescatori, situato vicino a Taormina. E’ lì che ero stazionato. Un simbolo di Letojani sono le barche semplici e colorate.

M arinello

Una dei luoghi più belli della Sicilia, posto sotto il Santuario del Tindari. Marinello è una spiaggia con dei laghetti al suo interno. Questa spiaggia si modella ogni anno in diverse forme. Guarda la foto che ho scattato quest’anno.

N axos

Fu colonia greca. I resti archeologici sono estesi, ma noi li abbiamo quasi ignorati. Abbiamo invece raccolto i limoni biologici dietro suggerimento del bigliettaio siculo dotato di radiolina dei primi del 900.

O mbrellone

Indispensabile perchè non mi piace prendere il sole e quindi stavo il più possibile all’ombra.

P atti

Paese di nascita di mio padre. La visita a mia zia mi ha regalato una squisita pasta agli involtini di melanzane.

Q uasimodo

Poeta siciliano, innamorato del Tindari. Proprio lì ho letto la sua poesia. Un po’ mi sono commosso nel leggerla.

R istoranti

Non so in altre località, ma in Sicilia ho trovato un ristorante ogni 10 metri.

S caletta

“Scaletta” è il paese vicino a Messina dove ho mangiato il mio primo panino al pesce degustato sulla spiaggia in occasione della Festa di San Giacomo.

T indari

Una sorpresa ho avuto visitando il Santuario della “Madonna du Tinnari”. La statua della Madonna è stata restaurata, ma, così facendo, ha cambiato il suo aspetto. L’immagine è diversa da quella presente nei miei ricordi: una Madonna meno scura in volto, senza corona e vestito bianco.

U

I siciliani usano la “u” al posto di “il”: u mari, u suli, u picciriddu, u limuni. (Il mare, il sole, il bambino, il limone).

V asi

Usati nell’antichità dai Greci. Ho visto esemplari originali al Museo Archeologico dei Giardini Naxos. Quelli di Caltagirone sono belli, ma un po’ cari …

Z afferana Etnea

Comune vicino all’Etnea famoso per le “Siciliane”. Non c’entra nulla il gentil sesso: la “Siciliana” è un simil-calzone fritto con dentro formaggio e acciughe messinesi.

Se c’è qualche puro siciliano in ascolto, mi perdoni per gli errori sicuramente commessi. Anzi se me lo segnalasse mi facesse un piacere.

Buone ferie a tutti!