Datemi un consiglio

30 gennaio 2007

Circa ogni uno-due anni, io e la mia piccola mogliettina ci permettiamo una serata fuori casa e lasciamo i bimbi con i nonni.

Il programma prevede una cena semi-romantica in pizzeria o ristorante cinese, seguita da visione di un film “bello” al cinema.

I film che scegliamo sono scelti a naso. Certe volte ci va bene, certe volte ci va male.

Gli ultimi visti sono: Batman begins, La donna perfetta con Nicole Kidman, La maledizione dello scorpione di giada di Woody Allen.

Sabato, dovremo scegliere un nuovo film … cosa mi consigliate?

Deve essere bello e non troppo serio.

Annunci

Giovani di periferia

24 maggio 2006

Per chi di voi, si trovasse, per caso, dalle parti di Cinisello, segnalo questo evento.

Ci hanno lavorato i ragazzi del movimento M.a.r.s.e.; alcuni di loro li conosco bene e sono in gamba!

Ingresso gratuito.

UPDATE:

Rumori di moto-motorini, di tangeziali, rumori assordanti, rumori di macchine che partono dai box-fatiscenti.
Squilli di cellullare.
Palazzi, palazzoni, marciapiedi.
Macchine e rifiuti gettati a terra.
Campi, desolati di periferia.
Ragazzi nei giubotti, sbattuti sui motorini.
Al freddo, al buio, in cantina.
Strette di mano, pacche sulle spalle.
Pusher, droga e fumo.
Paura. Paura di morire.
Soldi per comprare, da rubare.
Soldi da realizzare.
Lealtà fra bande e rivalità. “Non rubare la ragazza dell’amico.”
Parolacce senza sosta: C***o, po**a tr***a. Str**o. Vaf*****o.
I ragazzi di strada.

Queste impressioni mi sono rimaste dopo aver visto i cortometraggi realizzati dai ragazzi di “strada” dei quartieri di Cinisello, grazie anche all’aiuto dei volontari del Marse.
Eppure, dietro questa enorme “negatività” , a cui persone come me non sono abituate, ho visto una nuova consapevolezza.
Gli adulti “perbene” e i ragazzi “distrada” hanno ridotto la distanza.
La distanza della comunicazione.