Io canto

La nebbia che si posa la mattina
le pietre di un sentiero
di collina
il falco che s’innalzerà
il primo raggio che verra`
la neve che si sciogliera`
correndo al mare

Laura Pasini – Cocciante

Annunci

16 Responses to Io canto

  1. Aleyakke ha detto:

    mia figlia mi ha masterizzato la collezione della Pausini, l’ascolto in auto, a me piaciono le cover… e lei è brava, un po’ monotona però.
    Mi piaciono soprattutto le raccolte anni 60, beh, ovvio, no?
    Alex

  2. roselia ha detto:

    Non amo particolarmente la Pausini (e Cocciante)..però questa cover la trovo sensazionale!

  3. Gianluca ha detto:

    @Alex: anche a me piace la musica italiana degli anni 60, ma anche di recente ci sono bravi cantanti

    @Roselia: la pensi come mia moglie: anche lei dice dice che Pausini non è brava come lo è, per esempio, Giorgia.

  4. m1979 ha detto:

    Non amo la Pausini, e nemmeno questa canzone, non è proprio il mio genere….ma la foto è bellissima!

  5. Gianluca ha detto:

    @m1979: la foto cerca di descrivere la “nebbia che si posa la mattina” e”le pietre di un sentiero di collina” …

  6. Aleyakke ha detto:

    come se avessi prima trovato la foto e poi cercato i versi…

    tengo a precisare che anche i fab sixties americani tipo “The great pretender” sono il massimo… per me, almeno!

    Alex

  7. cinzia ha detto:

    Io adoro la Pausini è completa sia come donna che come cantante…..perchè è in continua crescita .

  8. Gianluca ha detto:

    @Alex: non li conosco, ma sono sicuro che in radio sicuramente li hanno trasmessi qualche volta!

    @Cinzia: è vero, cerca sempre di migliorarsi.

  9. Aleyakke ha detto:

    Gianluca: spero di non fare una gaffe… non conosci i favolosi anni 60?
    non hai mai sentito “The great pretender”? la anche cantata Freddy Mercury!
    Alex

  10. Laura ha detto:

    Queste strofe mi fanno tornare in mente un compito che ci era stato assegnato in seconda superiore dalla professoressa d’italiano: descrivere le nostre sensazioni quando ci ritrovavamo immersi nella nebbia…Devo cercarla uno di questi giorni, in fondo è un bel ricordo..

    Comunque bella questa cover.

    Ciao

  11. cinzia ha detto:

    Ehi Gianluca mi mancano tanto i tuoi quiz!!!!!! Che ne dici di riprovare???????
    A presto 😉

  12. Gianluca ha detto:

    @Alex: sicuramente la canzone l’avrò sentita alla radio o da qualche altra parte, ma sono completamente ignorante sui nomi dei gruppi e canzoni. Se mi dice “Let it be”, però so che è di John Lenno.

    @Laura: sono proprio contento di aver evocato in te il compito fatto con la prof d’italiano. Era proprio lo scopo del post! 🙂

    @Cinzia: ci sto pensando da tempo, ma ho mi viene in mente nessun quiz. Però tengo presente la tua richiesta.

  13. isadora ha detto:

    La canzone era così così, ma diventava eccezionale nell’interpretazione di Cocciante. La Pausini, una delle voci più piatte e sopravvalutate del mondo canoro italiano, la canta come se leggesse, urlando, la lista della spesa. Io sono rabbrividita, ascoltandola, e non di piacere. Bella la foto.

  14. Gianluca ha detto:

    @Isadora: non sei la prima persona che esprime questo giudizio, però se non siamo pignoli è sempre una cantante. La foto è bella, ma non è merito, mio ma è di “flickr”.

  15. filippo ha detto:

    LAura Pausini? personalmente preferisco elisa, ma nn conta poi tanto l’immagine della persona che canta tanto quello che riesce a trasmettere con la sua musica..
    Sia che sia cantautore/cantautrice o che appartenga ad una band..

    personalmente apprezzo ogni forma d’arte , quindi anche musicale che sia spontanea e provenga dal profondo dell’animo , ma soprattutto che trasmette qualcosa..sensazioni…emozioni
    Ebbene la pausini trasmette sempre uno stato d’animo nelle sue canzoni per questo non posso che ammirarla..
    Non fa musica solo per una questione di business , di immagine , di propaganda o commerciale..
    è evidente che il suo genio creativo predomina nel momento in cui sis siede a comporre i suoi pezzi..

    Per cui ogni volta che guardate un quadro , che ascoltate un pezzo , che leggete una poesia immedesimatevi e cercate di captare i segnali che ricevete da quell’immagine da quelle note o da quei versi..

    Se si è abbiastanza sensibili ma anche un po predisposti si dovrebbero avvertire delle sensazioni + o meno forti. Se nn arriva nessun segnale evidentemente nn siete di fronte ad un’opera che è il frutto di una innata ispirazione.

    un saluto

    Filippo

  16. Gianluca ha detto:

    @Filippo: lunghissimo commento: meritava un post a parte! Mi trovo d’accordo con te, non importa chi trasmette, ma le senzazioni che si ricevono. Immaginati una bella tazze di latte con il miele e i corn-flakes. Accendi la radio e parte la canzone della Pausini … E’ proprio quello che è successo a me!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: